Era il 6 novembre 2007. Si spegneva uno dei giornalisti italiani più popolari del XX secolo e un simbolo di giornalismo sopra le parti e non asservito al potere.